Cerca

LA CASA DI PROMETEO

Comunità di Artisti e idee

“ILiade Elettrica” opera rock dei VADE in scena il 21 Maggio nel Teatro delle Saline di Cagliari

copertina

L’Ira di Achille e, sullo sfondo, la guerra tra Achei e Troiani : ILiade Elettrica Opera Rock dei VADE in scena domenica a Cagliari 21 Maggio nel Teatro delle Saline in occasione del 1 Euro Festival  di Akroama.

Eroi, Dei, Guerrieri rivivono in un’opera rock che, ispirandosi al poema omerico, ne racconta drammi e lotte all’interno di una cornice musicale intensa e aspra.

La guerra di Troia è giunta al decimo anno e Achille, a causa di un violento litigio con Agamennone che ha preteso da lui la consegna della sua schiava Briseide, decide di ritirarsi dalla lotta. La guerra nel frattempo prosegue e, in seguito all’uccisione dell’amico fraterno Patroclo, Achille decide di riprendere le armi per vendicarne la morte pur consapevole del fatto che la morte di Ettore avrebbe inevitabilmente determinato anche la sua. L’opera si conclude con l’uccisione di Ettore per mano di Achille e i solenni funerali di Patroclo

.
ILiade Elettrica Opera Rock dei VADE ha una durata di 55 minuti e comprende canzoni e monologhi accompagnati da immagini e sottotitoli. L’Opera è eseguita dai VADE Opera Rock, complesso musicale i cui membri indossano maschere quale omaggio e richiamo al teatro antico greco. ILiade Elettrica Opera Rock dei VADE è una produzione della Casa di Prometeo.  Sottotitoli a cura dall’associazione internazionale di respeaking On Air.

Annunci

Inaugurazione della seconda edizione della mostra di “Approdi Mediterranei” progetto fotografico di Marina Federica Patteri.

Foto Mostra

Venerdì 12, a partire dalle ore 18.00, nei locali del Lazzaretto di Cagliari si terrà l’inaugurazione della seconda edizione della mostra di “Approdi Mediterranei” il progetto fotografico di Marina Federica Patteri dedicato a Cagliari e alla sua natura.

Il progetto, ispirato dall’amore dell’autrice per il sud Sardegna, descrive la città da una prospettiva inusuale: le luci e i bagliori dell’abitato incastonati nella natura circostante. Una natura in prevalenza rivierasca a acquatica. L’idea del progetto è quella di accompagnare il visitatore in un ideale percorso di avvicinamento alla città che appare riflessa sulle superfici acquatiche che la circondano o si staglia all’orizzonte tra confusi bagliori.

La seconda edizione offrirà nuovi scatti che proseguiranno l’opera di descrizione della città da punti di osservazione sconosciuti ai più. La mostra è stata inserita nel programma delle iniziative dell’edizione 2017 di Monumenti Aperti.  La cosa è per noi motivo di grande soddisfazione in ragione del nostro amore per la manifestazione alla quale, come associazione, siamo felici di offrire il nostro contributo.

La mostra, il cui allestimento verrà curato da Francesca Puddu, sarà aperta ai visitatori fino alla sera di  domenica 14 Maggio. Ulteriori informazioni sull’autrice e sulle sue opere sono disponibili nel sito www.marinafederica.com.

“Approdi Mediterranei”, progetto fotografico di Marina Patteri in esposizione a Cagliari dal 12 al 15 maggio

1 (13)

“Approdi Mediterranei”, il progetto fotografico di Marina Patteri sulla natura e di una città di mare del Mediterraneo,  sarà in esposizione a Cagliari dal 12 al 15 maggio, negli spazi dell’ex Lazzaretto di Sant’Elia, arricchito da nuovi scatti e l’allestimento a cura di Francesca Puddu.

“Approdi Mediterranei” descrive l’arrivo notturno  in un’imprecisata città mediterranea.  Questa appare in lontananza  attraverso luci e bagliori che fendono  l’oscurità notturna e si riflettono sulla superficie di un mare spesso presente negli scatti.

In “Approdi Mediterranei”,  l’arrivo descritto è un processo lungo e per certi versi  tortuoso.  Il viaggiatore, quasi a voler ritardare indefinitamente il ritorno, osserva la città da vari punti  che si traducono in differenti prospettive fotografiche. Ne deriva un processo di identificazione tra chi osserva le fotografie e il viaggiatore che, scatto dopo scatto, compiono un percorso comune di avvicinamento alla città .

Le luci in lontananza, autentico fil rouge del progetto, giungono a chi le osserva alla stregua dell’eco lontana di una brulicante vitalità.

Fa da sfondo all’intero progetto, e quindi al percorso del viaggiatore/osservatore, l’incanto indefinibile delle atmosfere mediterranee che da tempo immemore ispira poeti e artisti.

Nuovamente in scena “Achille”, poema rock di VADE

_Dr

In occasione del secondo appuntamento del ciclo di incontri poetico musicali “diVersi Poeti e Suoni”, tenutosi nel Teatro Electra di Iglesias con l’organizzazione dell’Ente Concerti Città di Iglesias,  vi è stato il ritorno sul palco di “Achille”,  poema rock dei VADE e uno dei primi progetti creativi sviluppati in seno alla Casa di Prometeo.

“Achille” racconta una parte conosciuta della vita dell’Eroe; quella che va dalla nascita alla partenza per la guerra di Troia, lungo un percorso che condurrà il giovane semidio all’acquisizione della consapevolezza del dilemma che grava sulla propria esistenza: la scelta tra una vita lunga e anonima e una gloriosa ma breve. “Achille” combina elementi musicali contemporanei che vanno dal rock alle sperimentazioni neoclassiche con elementi teatrali e visivi.

Qui di seguiti il link all’album fotografico dell’esibizione realizzato da Marina Patteri.

Intervista di Francesco Cogoni a Marina Patteri su “Cagliari Art Magazine”

cagliari art magazine

Riportiamo il testo di un’intervista di Francesco Cogoni a Marina Patteri pubblicata su Cagliari Art Magazine

” Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

 Il mio percorso artistico nasce diversi, molti anni fa.

Scatto per passione e piacere sin da quando ero piccola ma devo dire che avuto la fortuna di approfondire, durante i miei studi all’Università, la ricerca sociale e il conseguente rapporto con l’immagine e la fotografia.

È stato quello il momento in cui ho acquisito maggiore consapevolezza e messo assieme diversi elementi che hanno contribuito a definire il mio profilo.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

La persona che mi ha influenzata di più è senza dubbio mia madre che, fortemente appassionata di fotografia, ha raccontato con le sue immagini più di 30 anni di storia della mia famiglia ed è riuscita con quel suo “non uscire mai senza la macchina fotografica” a trasmettermi l’amore per questa arte.

Tutto il resto è arrivato col tempo.

Cosa cerchi attraverso l’arte della fotografia?

Anche se può sembrare banale cerco la semplicità, cerco di catturare tutto ciò che apparentemente si nasconde dietro il quotidiano e che spesso sfugge a uno sguardo meno attento.

Mi piace stupire ma ciò che mi piace in particolare è raccontare, raccontare qualcosa di nuovo e sempre diverso.

Ed è una bella sensazione.

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Il progetto fotografico “Approdi Mediterranei”, concluso di recente, descrive l’arrivo notturno di un viaggiatore che arriva in un’imprecisata città del Mediterraneo e viene accolto da un insieme di luci e bagliori che si riflettono in mare.

La volontà è quella di creare una sorta di processo di identificazione tra chi osserva le fotografie e il viaggiatore che, scatto dopo scatto, compiono un percorso comune di avvicinamento alla città.

Qual’è il tuo rapporto con il mercato?

Non lo demonizzo e non lo mitizzo, credo che sia semplicemente uno dei vari modi con cui ottenere dei riscontri al proprio lavoro; ribadisco uno tra i vari modi esistenti.

Cosa consiglieresti ad un giovane che vorrebbe vivere di quest’arte?

Una volta che l’avrò capito sarò felice di dispensare consigli al riguardo.”

“diVersi Poeti e Suoni” una bella serata di poesia e musica nell’exArt di Cagliari

IMG_2050

E’ stata certamente una bella serata di poesia e musica quella che, con il nome “diVersi Poeti e Suoni”, si è svolta domenica 22 gennaio nella sala conferenze dell’exArt Cagliari. Una serata che si poneva l’ambizioso obiettivo di coniugare musica e poesia in percorso che non avesse soluzione di continuità. Alla serata hanno partecipati i VADE, che per l’occasione hanno presentato un progetto collaterale ispirato alle “Metamorfosi” di Ovidio, il Poeta Maurizio Iodice con l’accompagnamento di Marco Secci alle percussioni, l’attrice Stefania Adamu insieme al sassofonista Valter Alberton e infine il Maestro compositore Gianluca Erriu che per l’occasione ha interpretato i versi di Carlo Erriu.

“diVersi Poeti e Suoni”, nelle intenzioni della Casa di Prometeo intende essere un format che, di volta in volta, possa ospitare differenti momenti di poesia, musica e teatro rifuggendo da formule prestabilite e, al contempo, offrendo al pubblico una filosofia riconoscibile. Una seconda data per “diVersi Poeti e Suoni”è già in programma per il 26 febbraio nel Teatro Electra di Iglesias in collaborazione con gli amici dell’Ente Concerti Città di Iglesias.

Per l’occasione, dopo diverso tempo, i VADE riporteranno in scena il loro poema rock “Achille”, dedicato alla narrazione dell’infanzia del celebre eroe omerico.

“Approdi Mediterranei”, progetto fotografico di Marina Federica Patteri in esposizione a Cagliari il 14 e 15 Gennaio

foto-locandina

L’associazione culturale “Casa di Prometeo” è lieta di annunciare che il 14 e 15 gennaio,  con inaugurazione il 14 alle ore 18.00,  nel centro culturale ExArt in Piazza Dettori 9 a Cagliari, vi sarà l’esposizione pubblica gratuita del progetto fotografico di Marina Patteri “Approdi Mediterranei”, dedicato alle luci e ai bagliori notturni della città di Cagliari.

“Approdi Mediterranei” descrive l’arrivo notturno in un’imprecisata città mediterranea. Questa appare in lontananza attraverso luci e bagliori che fendono l’oscurità notturna e si riflettono spesso sulla superficie di un mare presente in numerosi scatti. In “Approdi Mediterranei”, l’arrivo è un processo lungo e per certi versi tortuoso. Il viaggiatore, quasi a voler ritardare indefinitamente il ritorno, osserva la città da vari punti che si traducono in differenti prospettive fotografiche. Ne deriva un processo di identificazione tra chi osserva le fotografie e il viaggiatore che, scatto dopo scatto, compiono un percorso comune di avvicinamento alla città .

Le luci in lontananza, autentico fil rouge del progetto, giungono a chi le osserva alla stregua dell’eco lontana di una brulicante vitalità. Fa da sfondo al percorso del viaggiatore/osservatore, l’incanto indefinibile delle atmosfere mediterranee che da tempo immemore ispirano poeti e artisti.

Evento facebook: https://goo.gl/2kCmCp

Locandina: https://goo.gl/wqqbrm

Un successo la prima a Cagliari di “ILiade Elettrica”, poema rock dei VADE

IMG_3220

Si sa, nessuno è profeta in patria, tuttavia la prima a Cagliari di “ILiade Elettrica”  dei VADE, sabato 12 novembre nel piccolo teatro Auditorium, è stato indubbiamente un buon successo. In una giornata nella quale ogni teatro della città aveva in cartellone spettacoli ed esibizioni, più di 100 spettatori paganti hanno assistito alla rappresentazione del progetto artistico prodotto dalla Casa di Prometeo e dall’Ente Concerti Città di Iglesias.
La serata, impreziosita dalla lettura dei suggestivi versi del Poeta Maurizio Iodice, si è svolta a poco meno di un mese dalla prima delle “Metamorfosi”, nell’attiguo centro culturale Ex Art di Piazza Dettori, anch’esso prodotto dalla Casa di Prometeo.

Tutte le facce dell’alfabeto

foto-post-tutte-le-facce-dellalfabeto

Mercoledì 16 novembre abbiamo collaborato a “Tutte le facce dell’Alfabeto” una bellissima iniziativa realizzata dall’Associazione OnA.I.R. allo scopo di avvicinare i giovanissimi ai temi della sordità, della cecità e dei metodi di scrittura veloci alternativi, con il coinvolgimento di 500 scolari dell’Istituto comprensivo di via Stoccolma a Cagliari. Gli scolari, nel corso della giornata, si cono cimentati con l’utilizzo degli alfabeti per sordi e ciechi e nell’utilizzo di tecniche stenografiche nella speranza che, attraverso iniziative quale questa, gli adulti di domani acquisiscano una mentalità inclusiva e aperta all’innovazione. Album fotografico dell’evento

Blog su WordPress.com.

Su ↑