cagliari art magazine

Riportiamo il testo di un’intervista di Francesco Cogoni a Marina Patteri pubblicata su Cagliari Art Magazine

” Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

 Il mio percorso artistico nasce diversi, molti anni fa.

Scatto per passione e piacere sin da quando ero piccola ma devo dire che avuto la fortuna di approfondire, durante i miei studi all’Università, la ricerca sociale e il conseguente rapporto con l’immagine e la fotografia.

È stato quello il momento in cui ho acquisito maggiore consapevolezza e messo assieme diversi elementi che hanno contribuito a definire il mio profilo.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

La persona che mi ha influenzata di più è senza dubbio mia madre che, fortemente appassionata di fotografia, ha raccontato con le sue immagini più di 30 anni di storia della mia famiglia ed è riuscita con quel suo “non uscire mai senza la macchina fotografica” a trasmettermi l’amore per questa arte.

Tutto il resto è arrivato col tempo.

Cosa cerchi attraverso l’arte della fotografia?

Anche se può sembrare banale cerco la semplicità, cerco di catturare tutto ciò che apparentemente si nasconde dietro il quotidiano e che spesso sfugge a uno sguardo meno attento.

Mi piace stupire ma ciò che mi piace in particolare è raccontare, raccontare qualcosa di nuovo e sempre diverso.

Ed è una bella sensazione.

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Il progetto fotografico “Approdi Mediterranei”, concluso di recente, descrive l’arrivo notturno di un viaggiatore che arriva in un’imprecisata città del Mediterraneo e viene accolto da un insieme di luci e bagliori che si riflettono in mare.

La volontà è quella di creare una sorta di processo di identificazione tra chi osserva le fotografie e il viaggiatore che, scatto dopo scatto, compiono un percorso comune di avvicinamento alla città.

Qual’è il tuo rapporto con il mercato?

Non lo demonizzo e non lo mitizzo, credo che sia semplicemente uno dei vari modi con cui ottenere dei riscontri al proprio lavoro; ribadisco uno tra i vari modi esistenti.

Cosa consiglieresti ad un giovane che vorrebbe vivere di quest’arte?

Una volta che l’avrò capito sarò felice di dispensare consigli al riguardo.”

Annunci